Differenze tra invalidità civile e handicap

invalidita-isabilita

Invalidità civile e handicap non sono la stessa cosa.

L’invalidità civile è un giudizio di carattere medico e valuta la riduzione della capacità lavorativa del soggetto a causa della patologia di cui soffre. L’invalidità civile esprime in altre parole la difficoltà da parte del soggetto – conseguentemente alla patologia di cui soffre – di eseguire una determinata attività lavorativa nei modi e nei limiti considerati normali per un individuo.

Dai 15 ai 65 anni di età il grado di invalidità viene espresso in percentuale. Al di sotto dei 15 anni e al di sopra dei 65 anni di età l’invalidità civile è espressa mediante codici regionali che corrispondono al grado di difficoltà a svolgere le funzioni e i compiti propri dell’età del soggetto.

Lo stato di handicap è invece un riconoscimento di carattere medico legale e sociale. L’attestazione dell’handicap esprime lo svantaggio personale e sociale o di emarginazione che ha una persona con disabilità (fisica, psichica o sensoriale – stabilizzata o progressiva – che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa) rispetto alle persone senza disabilità.

In base al grado di handicap certificato (senza o con situazione di gravità) si ha diritto a benefici in ambito fiscale, lavorativo, familiare secondo quanto previsto dalla Legge 104/92 e s.m.i.

Il riconoscimento dello stato di handicap non dà luogo a sostegni di natura economica ma è indispensabile per poter usufruire di permessi lavorativi concessi ai lavoratori disabili e ai familiari che li assistono e al congedo retribuito di due anni per i familiari che assistono disabili riconosciuti in situazione di gravità.

Invalidità civile e handicap hanno diversi criteri di valutazione pertanto possono determinarsi situazioni quali ad esempio percentuali di invalidità inferiori al 100% o addirittura il mancato riconoscimento dell’invalidità civile e il contestuale riconoscimento dello stato di handicap in situazione di gravità.